BAZZANA BLOG

Biomeccanica: Comodità o Prestazione?

Quando un ciclista decide di eseguire una visita biomeccanica lo può fare con diversi obiettivi: COMODITÀ O PRESTAZIONE?

C’è chi si presenta con la tipica frase “io voglio essere comodo, non mi interessa andare forte” e chi al contrario è alla ricerca di una posizione che gli permetta la miglior performance.

Tra le due opzioni, quale sceglieresti?

Ti svelo un segreto:

non esiste una differenza sostanziale tra comfort e prestazione!

 

LA COMODITA’ PORTA ANCHE PERFORMANCE

Un’altra frase che capita spessissimo di sentire durante una visita biomeccanica è: “Riesco a stare in questa posizione solo tot minuti…”, o anche “Dopo tot devo fermarmi/smuovere un po’ mani o piedi/cambiare l’appoggio/ecc…”.

A meno che l’obiettivo sia fare gare o prove di pochi minuti (cosa assai rara nel ciclismo), come si può pensare di essere performanti in una posizione che si riesce a mantenere solo per breve tempo?

Quando si pedala si è a contatto con la bicicletta tramite il manubrio, la sella e i pedali. Un appoggio errato anche con solo uno di questi punti può causare problematiche di vario genere a partire da scomodità, fastidi, intorpedimenti, irritazioni, fino ad arrivare a vero e proprio dolore. Pedalare non sarebbe più un piacere e, nei casi più gravi, potrebbero insorgere infortuni o patologie anche croniche.

Il bikefit ideale deve avere invece l’obiettivo di metterti in una posizione confortevole, perché più sarai comodo, più sarai anche efficiente.

COME MIGLIORARE SIA IL COMFORT CHE L’EFFICIENZA

Sebbene non esista una posizione ideale giusta per tutti, ci sono alcuni principi base utili per ottenere una buona postura in bicicletta.

  1. Esegui un Bike Fit

Un Bike Fit professionale può essere uno dei tuoi migliori investimenti. Un biomeccanico specializzato e adeguatamente formato, può accomodare la posizione in base alle esigenze di ciascuno, trovando la soluzione ideale.

  1. Migliora flessibilità e mobilità articolare

Quando comodità ed efficienza non collimano, la causa è spesso una scarsa mobilità che rende difficile il raggiungimento e il mantenimento della posizione ottimale. Migliorare la propria flessibilità può dare notevoli benefici, non solo in sella!

  1. Allena la forza

Una muscolatura debole può non essere in grado di mantenere la posizione ideale per tutto il tempo dell’uscita, con il rischio di abituarsi a una postura scorretta. Allenare i muscoli posturali e il core, può favorire l’adeguato sostegno al nostro peso sulla bicicletta.

 

L’AERODINAMICA NON E’ TUTTO

Come ogni ciclista sa (o dovrebbe sapere), la maggior parte dell’energia in bicicletta viene utilizzata per vincere la resistenza dell’aria. Una posizione aerodinamica può quindi essere fondamentale nel determinare la prestazione, ma non si può tener conto solo di questo.

L’inclinazione del busto è il fattore che più di tutti influenza la resistenza aerodinamica, per questo negli anni passati si sono viste, soprattutto tra i cronoman, posizioni estreme nel tentativo di “spianarsi” il più possibile.

biomeccanica: comodità o prestazione?

Un busto molto flesso può dare dei vantaggi aerodinamici, ma è anche una posizione difficile da mantenere a lungo. Richiede un’ottima flessibilità e può limitare la capacità di respirazione e la produzione di potenza.

Uno studio del 2015 ha valutato i principali fattori fisiologici determinanti la prestazione (consumo di ossigeno, ventilazione, efficienza, power output, ecc..) in relazione alla variazione dell’angolo di flessione del busto. A un angolo di 0° il vantaggio aerodinamico risultava però superato dalla riduzione delle funzione fisiologiche, evidenziando come sia necessario trovare il giusto compromesso tra le due cose.

 

LA POSIZIONE INFLUENZA L’EFFICIENZA DI PEDALATA

L’efficienza della pedalata è direttamente influenzata dalla posizione in sella.

Il tipo di tacchette, il loro avanzamento o la rotazione, e l’altezza della sella, la sua inclinazione o arretramento, sono alcuni degli elementi da valutare per dare al ciclista una posizione efficace e allo stesso tempo comoda.

Evitare che le ginocchia si estendano o si flettano eccessivamente o che si muovano fuori asse rispetto ai piedi, o posizionare la sella in modo da ridurre la pressione sulle parti molli che vi appoggiano, sono i principali fattori da considerare per permettere a ciascuno di esprimere tutta la propria potenza in una pedalata fluida e performante, senza il rischio di incorrere in infortuni da sovraccarico che potrebbero causare l’interruzione degli allenamenti e un decadimento della forma fisica.

 

CONCLUSIONI

Pensare che pedalare non possa essere sia comodo che performante allo stesso tempo è un errore e anzi, entrambi questi fattori sono tra loro legati. Una posizione confortevole influenza positivamente anche l’efficienza di pedalata, ma il suo raggiungimento non è certo facile e scontato e può prevedere sia un buon lavoro da parte del biomeccanico, sia un impegno fisico da parte del ciclista.

Il comfort sulla bicicletta è strettamente correlato alle preferenze personali ed è estremamente soggettivo.

Non esiste quindi un posizionamento perfetto e ideale per tutti, ma bisogna adattarsi alle esigenze e caratteristiche di ciascuno, con l’obiettivo di raggiungere quella posizione che non mette comodità e prestazione in contrasto tra loro, ma le fa combaciare alla perfezione.

 

BIBLIOGRAFIA

  • “The effect of time trial cycling position on physiological and aerodymanic variable.” – D M Fintelman, M Sterling, H Hemida, F-X li, (2015)
  • “Evaluation of the relationship between the body positioning and the postural comfort of non-professional cyclists: A new approach.” – F Baino, (2011)

 

Daniele Bazzana – BC Training

Preparatore Atletico e Biomeccanico

Sei un super appassionato di ciclismo? Iscriviti al blog!

Ricevi una volta a settimana gli articoli e i video sulla tua casella di posta! Sei in buona compagnia 🙂

ATTENZIONE: ti verrà inviata la mail di conferma

close

Sei un super appassionato di ciclismo? Iscriviti al blog!

Ricevi una volta a settimana gli articoli e i video sulla tua casella di posta! Sei in buona compagnia 🙂

ATTENZIONE: ti verrà inviata la mail di conferma

Ti è piaciuto? Condividi!