BAZZANA BLOG

Abbigliamento per il ciclismo: come scegliere la maglia ideale

Scegliere la maglia da ciclismo ideale ti può aiutare a essere più confortevole in sella, evitare sgradevoli fastidi e quindi dare il meglio di te.

Nonostante potremmo fare qualsiasi cosa indossando una semplice maglietta di cotone,
ogni sport presenta il suo abbigliamento tecnico specifico e ottimale che, anche se spesso
viene negato al grido di “tanto contano le gambe”, incide anch’esso (per la sua parte) sulla
performance.
Vediamo quindi come fare per scegliere la maglia da ciclismo ideale per la vostra estate.

TESSUTO SINTETICO O NATURALE

La maggior parte delle maglie moderne viene prodotta con tessuti sintetici. Questi sono
solitamente molto leggeri, ideali per far passare il sudore attraverso le fibre e farlo evaporare
mantenendo la pelle asciutta.
Potete trovare tessuti specifici per determinate condizioni atmosferiche (per proteggersi
dall’acqua, dal vento o che premiano maggiormente la traspirabilità), fate quindi attenzione
alle condizioni in cui vi allenate maggiormente o a quali vi creano maggiori disagi.
Per chi preferisce i tessuti naturali, ci sono modelli in lana merino (spesso un misto di merino
con altre fibre). Ottima per mantenere la temperatura costante, la lana merino è morbida e
traspirante, sfavorisce la proliferazione di batteri nel tessuto e prende più difficilmente un
cattivo odore.

VI SIETE MAI SCOTTATI SOTTO LA MAGLIA?

I raggi del sole possono passare attraverso le nostre maglie e, pedalando all’aperto per
diverso tempo, il rischio di scottarsi non è poi così basso.


Per evitare questa evenienza alcune maglie sono prodotte in modo da avere anche un
fattore di protezione solare (SPF). Se avete l’abitudine di pedalare molte ore sotto il sole,
cercate un tessuto che ne abbia un alto punteggio, altrimenti dovrete munirvi di crema solare
anche sotto la maglia!

TAGLIO E MODELLO

Le maglie da ciclismo hanno solitamente un taglio posteriore più lungo rispetto al davanti.
In questo modo quando siete nella classica posizione a busto flesso sulla bici la schiena
rimane coperta, mentre davanti non si crea un risvolto di tessuto che potrebbe essere
fastidioso.
Ci sono inoltre maglie con un design più aderente, adatte a chi fa competizioni e cerca la
massima aerodinamicità, e maglie che vestono leggermente più larghe e danno meno
compressione, ma svolazzano leggermente di più al vento, il che può essere fastidioso ad
alte velocità.
Il colletto è di solito alto e il tessuto sulle spalle può sembrare stretto e sollevarsi quando
siete in posizione eretta. Provate sempre la maglia posizionandovi in posizione “da
pedalata” per assicurarvi che la vestibilità sia idonea per voi.
Inoltre considerate sempre che il taglio è spesso fatto sulle misure antropometriche medie
dei ciclisti, popolo tipicamente poco allenato sulla parte superiore. Se quindi venite da altri
sport o avete comunque una muscolatura di tronco e braccia ben sviluppata, potreste
ritrovarvi a dover provare decine di modelli prima di trovare quello adatto a voi!

ACCESSORI

Tasche

Le maglie da ciclismo hanno tipicamente 3 tasche posteriori in cui riporre barrette, telefono,
manicotti, ecc… Le tasche sono solitamente abbastanza profonde ed elastiche per
contenere tutto ed evitare che qualcosa possa cadere fuori (a meno che non sia ben
inserito), ma se cercate il massimo della sicurezza (perdendo un po’ di comfort) ci sono
modelli che hanno in sostituzione tasche con chiusura zip (di solito una grande), o magari
anche tasche impermeabili.

Zip

Non sottovalutate le zip! Ci sono quelle corte che si aprono solo fino al petto, quelle che
arrivano fino all’addome per permettere una migliore aerazione e quelle lunghe che aprono
completamente la maglia (modificando anche il modo di indossarla).
Scegliete in base alle vostre abitudini. C’è chi in salita ama avere la maglia completamente
aperta e svolazzante, e chi invece proprio non lo sopporta o ha difficoltà a richiuderla.
In cima alla zip può essere comodo avere un piccolo “zip garage” che la ricopre in modo da
evitare irritazioni o fastidi al collo. Alcuni modelli lo presentano anche in fondo, per evitare
di danneggiare il pantaloncino.

Visibilità

Se vi capita di pedalare in condizione di scarsa illuminazione, dotreste fare attenzione anche
alla colorazione dei vari modelli, o all’eventuale presenza di inserti catarifrangenti.

maglia da ciclismo

ESTETICA

Inutile negarlo, il ciclista è (mediamente) molto attento al look, sia della bicicletta che del
vestiario. Ormai si potrebbero organizzare sfilate di moda anche per quanto riguarda i capi
sportivi! La gamma di scelta è ampissima, dai design moderni a quelli vintage, fino alle
repliche delle divise delle squadre professionistiche.
Indossare un capo che vi aggrada e che sapete vi dona, da senza dubbio sensazioni migliori
di uno che non vi piace o che mette in risalto parti poco apprezzate del vostro fisico.
Quindi quando dovete scegliere la maglia da acquistare, ovviamente, considerate anche
l’estetica!

Daniele Bazzana – BC Training
Preparatore Atletico

Ti è piaciuto? Condividi!